Punti di interesse

Alcuni suggerimenti su cosa vedere…

image description

Il borgo di Castagneto Carducci

In origine il nome era “Castagneto Marittimo” che mutò nel 1907 in onore dell’illustre poeta che trascorse un periodo della prima giovinezza. Nel palazzo comunale è stato istituito il museo “Giosuè Carducci” che conserva cimeli carducciani.

image description

Viale dei Cipressi

Dall’oratorio di San Guido lungo la statale Aurelia si stacca sulla sinistra il notissimo Viale dei Cipressi che si dirige verso Bolgheri, celebrato da Giosuè Carducci nell’ode “Davanti San Guido”.

image description

Padule di Bolgheri

Il rifugio faunistico Padule di Bolgheri del WWF si caratterizza per essere un territorio molto vario, con prati umidi, incolto e il bosco allagato. La riserva di Bolgheri fu istituita su iniziativa di Mario Incisa della Rocchetta nel 1959 ed è stata la prima oasi privata d’Italia.

Castagneto e Bolgheri

Arroccato su una dolce collina, il borgo medievale di Castagneto Carducci, domina tutta la vallata dalla campagna fino al mare. Salendo per le stradine del paese, si arriva davanti al poeta con il fiato corto, sia per l’emozione che provoca la sua vista sia perché da qualunque parte tu voglia raggiungere il mezzo busto di marmo devi percorrere un irto cammino. Quando giungi al suo cospetto ti trovi esattamente al centro del paese nel quale il Premio Nobel Giosuè Carducci ha trascorso parte della sua vita, e i cui cittadini hanno deciso di celebrare.
Le stradine lastricate portano al punto più alto dove troneggia il Castello. Come in ogni fiaba, anche Castagneto Carducci ha il suo incantevole castello, appartenente alla nobile e prestigiosa famiglia dei Della Gherardesca, attorno al quale si sviluppa il paese attraverso una serie di anelli concentrici che creano uno straordinario labirinto tappezzato da strade, vicoli e piccole piazzette caratteristiche.

Castagneto e Bolgheri

Arroccato su una dolce collina, il borgo medievale di Castagneto Carducci, domina tutta la vallata dalla campagna fino al mare. Salendo per le stradine del paese, si arriva davanti al poeta con il fiato corto, sia per l’emozione che provoca la sua vista sia perché da qualunque parte tu voglia raggiungere il mezzo busto di marmo devi percorrere un irto cammino. Quando giungi al suo cospetto ti trovi esattamente al centro del paese nel quale il Premio Nobel Giosuè Carducci ha trascorso parte della sua vita, e i cui cittadini hanno deciso di celebrare.
Le stradine lastricate portano al punto più alto dove troneggia il Castello. Come in ogni fiaba, anche Castagneto Carducci ha il suo incantevole castello, appartenente alla nobile e prestigiosa famiglia dei Della Gherardesca, attorno al quale si sviluppa il paese attraverso una serie di anelli concentrici che creano uno straordinario labirinto tappezzato da strade, vicoli e piccole piazzette caratteristiche.

Oltre al Castello e alla Chiesa della Propositura di San Lorenzo inglobata al suo interno, l’affascinante centro ricco di storia conserva intatti molti altri luoghi come la Chiesa del Santissimo Crocifisso dove è conservato un importante oggetto di culto: il Crocifisso ligneo del Quattrocento, il Palazzo Pretorio oggi sede del Comune, la Casa Museo Carducci e il caratteristico Teatro Roma. Scendendo lungo il corso principale si possono incontrare i tipici ristoranti e le osterie fino a raggiungere il PIazzale Belvedere, dalla quale lo sguardo può abbracciare tutto il paesaggio circostante. Si scorgono sulla sinistra i ruderi della Torre di Donoratico, che sorge su una piccola altura boscosa e lungo la cui strada di accesso si trovano ancora i resti di necropoli e tombe etrusche scavate nella roccia. Voltandosi a destra, seguendo la via Bolgherese, vigneti e oliveti a perdita d’occhio hanno al loro centro la splendida Bolgheri. Ancora in lontananza si possono contemplare tramonti da sogno che illuminano il litorale di Marina di Castagneto. La località, sorta intorno ad un Forte Settecentesco fatto costruire dai Lorena, è dotata di strutture ricettive, di numerosi stabilimenti balneari e di uno dei più grandi parchi giochi della Toscana: il Cavallino Matto. Polmone verde della costa è la spettacolare e imponente pineta dove si affacciano chilometri di spiaggia incontaminata.
Questo territorio è una meta unica per il turismo all’aria aperta tanto che gli amanti della bicicletta l’hanno eletto “capitale del pedale” per il suo scarso traffico, per la grande varietà di percorsi e per il clima gradevole. Castagneto è la destinazione perfetta per una vacanza tra mare e campagna, per trascorrere una serata di relax in compagnia, magari al rientro da una giornata in una delle sue incantevoli spiagge, per un aperitivo con gli ottimi vini della DOC Bolgheri e per una cena a base di prodotti tipici della gastronomia locale.

Oltre al Castello e alla Chiesa della Propositura di San Lorenzo inglobata al suo interno, l’affascinante centro ricco di storia conserva intatti molti altri luoghi come la Chiesa del Santissimo Crocifisso dove è conservato un importante oggetto di culto: il Crocifisso ligneo del Quattrocento, il Palazzo Pretorio oggi sede del Comune, la Casa Museo Carducci e il caratteristico Teatro Roma. Scendendo lungo il corso principale si possono incontrare i tipici ristoranti e le osterie fino a raggiungere il PIazzale Belvedere, dalla quale lo sguardo può abbracciare tutto il paesaggio circostante. Si scorgono sulla sinistra i ruderi della Torre di Donoratico, che sorge su una piccola altura boscosa e lungo la cui strada di accesso si trovano ancora i resti di necropoli e tombe etrusche scavate nella roccia. Voltandosi a destra, seguendo la via Bolgherese, vigneti e oliveti a perdita d’occhio hanno al loro centro la splendida Bolgheri. Ancora in lontananza si possono contemplare tramonti da sogno che illuminano il litorale di Marina di Castagneto. La località, sorta intorno ad un Forte Settecentesco fatto costruire dai Lorena, è dotata di strutture ricettive, di numerosi stabilimenti balneari e di uno dei più grandi parchi giochi della Toscana: il Cavallino Matto. Polmone verde della costa è la spettacolare e imponente pineta dove si affacciano chilometri di spiaggia incontaminata.
Questo territorio è una meta unica per il turismo all’aria aperta tanto che gli amanti della bicicletta l’hanno eletto “capitale del pedale” per il suo scarso traffico, per la grande varietà di percorsi e per il clima gradevole. Castagneto è la destinazione perfetta per una vacanza tra mare e campagna, per trascorrere una serata di relax in compagnia, magari al rientro da una giornata in una delle sue incantevoli spiagge, per un aperitivo con gli ottimi vini della DOC Bolgheri e per una cena a base di prodotti tipici della gastronomia locale.

This site is registered on wpml.org as a development site.